Biblioteca Luciano Lama

Fondata nel 1968 nel Centro studi e formazione sindacale di Ariccia, conta oggi circa trentamila monografie, numerosi opuscoli e “letteratura grigia” (viene definita “letteratura grigia” quella vasta area di «documenti non convenzionali» che non vengono diffusi attraverso i normali canali di pubblicazione commerciale ma, senza fini di lucro, dagli stessi autori o da enti e organizzazioni pubbliche e private).

La Biblioteca comprende il nucleo originario formato dai fondi librari sparsi in varie strutture della Cgil, dalla sede nazionale alla vecchia scuola di formazione G. Di Vittorio a quella dell’Inca.

Nel corso degli anni settanta è stata acquisita una parte della Biblioteca della Confederazione fascista dei lavoratori dell’industria: circa tremila monografie, periodici, quotidiani, opuscoli, contratti di lavoro dal 1928 al 1943, ereditati da via Boncompagni 19, sede della Cgil unitaria dopo la liberazione di Roma.

Successivamente si sono aggiunti numerosi fondi librari di dirigenti e militanti sindacali.

Dal 1993 va avanti la schedatura informatizzata delle monografie, con l’acquisizione del software Cds/isis e dell’applicativo Teca per i dati bibliografici. Sono stati inseriti a tutt’oggi trentamila records.

Dal 2010 è iniziata la catalogazione on-line dei nostri fondi librari nel Servizio Bibliotecario Nazionale – Sbnweb. Il codice della biblioteca è RM0665.

Emeroteca

L’emeroteca è costituita da 1.756 periodici del movimento operaio e contadino (di cui trenta correnti), da giornali sindacali e di fabbrica, da un gran numero di riviste specializzate in campo storico, economico e sociale, da numerosi periodici di enti, istituzioni, organismi internazionali. La collezione può essere consultata on line sul sito della Università di Bologna, che gestisce il catalogo collettivo dei periodici di centinaia di biblioteche italiane.

La Biblioteca ha sede a Roma in Via dei Frentani 4c ed è aperta al pubblico tutti i giorni dal lunedì al venerdì dalle ore 9.00 alle ore 16.45.

E’ preferibile prendere un appuntamento telefonando allo 06 4453322, oppure scrivendo a archbiblio@cgil.it.

Responsabile della Biblioteca: Maria Luisa Sbrozzi (ml.sbrozzi@cgil.it)
Aiutobibliotecario: Giorgio Mercanti (g.mercanti@cgil.it)

CONTINUA A LEGGERE