Appalti: Cgil, quello di Salvini disegno che regala a mafie e corruzione spazi enormi agibilità


Roma, 30 maggio “Quella di Salvini non puó più essere considerata una follia. È piuttosto un disegno lucido che regala alle mafie e alla corruzione spazi enormi di agibilità. Un disegno, fatto passare per salvifico, che sta invece dalla parte della illegalità e porta il Paese verso il precipizio. Un disegno, non è un caso, che si accompagna ai tentativi di Salvini di delegittimare la magistratura”. Così il segretario confederale della Cgil nazionale, Giuseppe Massafra, alla notizia secondo la quale il ministro Salvini presentera’ un emendamento al decreto sblocca cantieri che sospenderebbe il codice appalti per due anni.

“Dopo il presidio promosso unitariamente martedì scorso in piazza Montecitorio dalla tre Confederazioni, che ha già visto la partecipazione di numerose altre associazioni ed organizzazioni impegnate a contrastare questo scempio- aggiunge il dirigente sindacale – proseguiremo la mobilitazione, anche durante la discussione parlamentare, per scongiurare l’approvazione di una legge pericolosa per il settore degli appalti, per i lavoratori e per tutto il Paese”.

“Ci rivolgiamo alle Istituzioni e a tutte le forze sane di questo Paese – conclude Massafra – affinche’ non smettano di pretendere che legalita’, trasparenza, valore e dignita’ del lavoro siano i cardini di un sistema virtuoso e i presupposti irrinunciabili per il Paese”.