Appalti: Cgil, Cisl, Uil, manifestazione a Roma contro lo ‘Sblocca niente’

Appuntamento alle ore 9.30 in Piazza Montecitorio


Per scongiurare l’approvazione di una legge pericolosa per il settore degli appalti pubblici e per i lavoratori, Cgil, Cisl e Uil con le categorie nazionali promuovono martedì 28 maggio alle ore 9.30 una manifestazione unitaria a Roma, in Piazza Montecitorio.

“Con il decreto Sblocca cantieri – dichiarano le tre Confederazioni – il Governo mira a stravolgere il Codice degli appalti pubblici e riconsegnare il sistema nelle mani delle consorterie dei comitati d’affari, in un paese come l’Italia ad altissima possibilità di infiltrazione mafiosa. Un provvedimento che produrrà meno lavoro sicuro e garantito”.

“Quella di martedì prossimo sarà una mobilitazione – aggiungono in conclusione Cgil, Cisl e Uil – contro la corruzione, l’illegalità, lo sfruttamento e per la qualità negli appalti pubblici, per la sicurezza sul lavoro, l’occupazione, gli investimenti e lo sviluppo”.

Alla manifestazione hanno già aderito un ampio cartello di associazioni (Acli, Arci, Avviso Pubblico, Centro Pio La Torre, Gruppo Abele, Legambiente, Libera, SoS Impresa, Kyoto Club).

Per il comunicato clicca qui

– Scarica il volantino, clicca qui


Ascolta: Sblocca cantieri o sblocca furbetti? con Giuseppe Massafra su RadioArticolo1