Amianto: Cgil, irresponsabile usare esplosivo per abbattere Ponte Morandi


Roma, 24 aprile – “Preoccupanti e irresponsabili le dichiarazioni del sottosegretario Edoardo Rixi. Decidere di utilizzare l’esplosivo per demolire le pile di Ponte Morandi, nonostante l’eventuale presenza di amianto, dimostra totale disinteresse per il bene collettivo, per la salute dei lavoratori e dei cittadini. Di nuovo a vincere sarà il profitto e a pagare saranno i più deboli”. Così il responsabile amianto e bonifiche della Cgil nazionale Claudio Iannilli.

“La polvere d’amianto non conosce barriere e confini, quindi allontanare i mille abitanti più vicini alla zona di cantiere, per due o tre giorni, non ha senso. Preferire l’utilizzo dell’esplosivo – ribadisce in conclusione Iannilli – risponde solo a logiche di profitto”.