Almanacco: L’economia è femmina


In Italia, le donne sono più degli uomini, hanno un’aspettativa di vita più lunga e possono  contare su un miglioramento significativo della loro presenza nei vertici politici, istituzionali e delle organizzazioni sociali, anche a seguito della mobilitazione delle donne e dell’impegno costante della CGIL. Eppure, ancora è lungo il cammino per l’uguaglianza di genere nelle opportunità occupazionali e salariali – e di conseguenza anche pensionistiche – considerando soprattutto le maggiori difficoltà causate alle donne dalla precarietà nel lavoro, dalla minore continuità lavorativa nell’arco di vita e gli ostacoli alla progressione della carriera, dalle enormi difficoltà di conciliazione tra vita familiare e contesto lavorativo, acuite dalle mancanze dei servizi.

Almanacco dell’economia – Speciale 8 marzo